Certificazione

Certificazione agroalimentare

ISO 9001

I sistemi di controllo qualità ISO 9001: 2015 sono uno standard ISO dell'International Standardization Organization, che può essere applicato a qualsiasi tipo di prodotto e implementa il ciclo plan-do-check-act (PHVA) e pensa in base ai rischi della compagnia. È raccomandato per le aziende che hanno un grande mercato o una produzione varia e desiderano avere prove formali dell'adeguatezza dei loro processi e della soddisfazione dei loro clienti.

ISO 22000

ISO 22000: la sicurezza alimentare è uno standard ISO dell'Organizzazione internazionale per la standardizzazione della sicurezza alimentare in tutta la catena di approvvigionamento. Si tratta di una certificazione di processo appropriata per le aziende che non sono in grado di soddisfare standard più esigenti che certificano anche il prodotto, come FSSC 22000, BRC o IFS, ma che, tuttavia, desiderano offrire garanzie dei propri processi ai propri clienti.

Global GAP

Il GAP globale, che significa "buone pratiche agricole", è uno standard internazionale che certifica che la produzione primaria viene effettuata sulla base di esse. È essenziale per gli agricoltori che desiderano testare la qualità e la sicurezza dei loro prodotti, garantire criteri di sostenibilità, igiene e benessere dei lavoratori e rispetto degli animali. Essendo il certificato più diffuso in Europa, questo è generalmente un requisito per accedere al mercato al dettaglio formale.

PRODUZIONE ECOLOGICA

Produzione ecologica. Il marchio di produzione biologico certificato distingue i produttori che rispettano le normative europee sopra menzionate, una serie di regole e restrizioni per garantire un prodotto sicuro con un impatto ambientale minimo e un minimo spreco. Con l'aumento della consapevolezza ambientale, c'è stato anche un aumento della domanda di prodotti biologici e questa certificazione consente alle aziende di accedere a questi consumatori.

CONSORZIO AL DETTAGLIO BRITANNICO

Il British Retail Consortium (BRC) è uno standard che certifica l'idoneità e la qualità dei processi di produzione, nonché dei prodotti finali, quindi va un passo oltre l'ISO, che copre i processi. Quando un'azienda aspira a conquistare clienti esigenti, come le grandi catene di supermercati europee, deve optare per questo tipo di certificazione. Sebbene lo standard BRC sia emerso in Gran Bretagna, è valido a livello internazionale ed è riconosciuto dalla Global Food Safety Initiative.

STANDARD INTERNAZIONALE ALIMENTARE

L'International Food Standard (IFS) è uno standard di sicurezza alimentare riconosciuto dalla Global Food Safety Initiative per le aziende agroalimentari. Si concentra sulla sicurezza e sulla qualità degli alimenti che vengono trasformati o presentano rischi di contaminazione durante l'imballaggio primario. Questo è un modello molto simile a BRC, ma ha uno spettro geografico di accettazione più ampio, oltre a requisiti leggermente meno rigorosi.

FSSC 2200

FSSC 2200 si basa sulla ISO 22000 per la sicurezza alimentare, ma fa un ulteriore passo certificando il prodotto e non solo i processi. Per questo motivo, questo standard è più esigente e sarà necessario per accedere ad alcuni clienti, come i supermercati europei, con requisiti di controllo di alta qualità.

SCHEMA DI QUALITÀ

Il QS Quality Scheme for Food certifica la qualità e la sicurezza alimentare dei prodotti freschi dal punto di vista del ciclo della vita, esaminando ogni fase della catena di produzione al fine di garantire la tracciabilità e il controllo di qualità dalla produzione primaria alla commercializzazione. È uno standard tedesco e quindi adatto per le aziende che desiderano entrare in questo mercato.

La via commerciale dell'oceano

Trovare partner commerciali

TORNA SU